Bollettino del soldato (Il)

Vita periodico

1919

Titolo

Il Bollettino del soldato

Luogo di pubblicazione

Venezia

Tipografia - Casa editrice

Tip. dell’Istituto Veneto di Arti Grafiche in conduzione dalla Casa Editrice d’Arte Bestetti & Tumminelli di Milano

Numero pagine

4

Formato

La scheda è stata redatta sulla base di una copia digitalizzata

Prezzo

s.i.p.

Periodicità

Indefinita

Profilo storico editoriale

“Questo giornaletto si propone principalmente di parlarti di te, Fante d’Italia. In queste colonne troverai illustrate in modo semplice e piano le principali questioni che riguardano i tuoi interessi così di combattente e di cittadino. I problemi nazionali; le modalità della smobilitazione e i diritti che lo Stato ti accorda in premio dei sacrifici da te sostenuti per la Patria; i vari problema del tuo dopoguerra; i mezzi messi in opera per sottrarti alla minaccia della disoccupazione; l’emigrazione: tutto ciò che potrà esserti utile avere notizie precise e sicure tu troverai in queste pagine. Esse sono scritte unicamente per te, nella sola cura del bene di colui che ha tanto fatto e dato per l’Italia, e si raccomandano perciò alla tua benevola e diligente attenzione”, Riquadro pubblicato nella prima pagina del n. 1 (1919).
Sono ricordate soprattutto alcune delle motivazioni che hanno spinto l’entrata in guerra dell’Italia (come la questione dei confini e territori contesi), pochi e brevi i contributi sulla questioni di carattere economico-sociale e sul reinserimento dei reduci.

Reperibilità

Biblioteca di storia moderna e contemporanea - Roma

Collocazione

Giorn. B.130/5

Consistenza

n. 1 (1919) – n. 3 (1919)

Studi e bibliografia

M. Isnenghi, Giornali di trincea (1915-1918), Torino, Einaudi, 1977, pp. 207-208; Biblioteca di storia moderna e contemporanea, Periodici italiani 1914-1919, a cura di M.L. Cavallo e E. Tanzarella, Roma, Istituto Poligrafico dello Stato, 1989, p. 49. Copia digitale del periodico è consultabile qui.

Compilatore

Extra

per ingrandire l’immagine clicca qui

Soggetti

Parole chiave