Rivista delle arti

Vita periodico

1934

Titolo

Rivista delle arti

Luogo di pubblicazione

Venezia

Tipografia - Casa editrice

Soc. An. Editrice “Venetiae” (Industrie Poligrafiche Venete) [da I, n. 2-3 (agosto 1934)] Soc. An. Editrice “Venetiae” (Soc. Acc. Stamperia Zanetti)

Sede

Direzione, redazione e amministrazione: S. Marco 3998 [da I, n. 2-3 (agosto 1934)] Direzione, redazione e amministrazione: S. Fantin 1901

Numero pagine

Varie (48 o 62)

Formato

30,6x23,5

Prezzo

a.a. £. 50, a.s. £. 30

Periodicità

Bimestrale

Pubblicità

Si

Organi direttivi

Direttore responsabile: Amedeo Pelli

Firme e collaboratori

Elio Zorzi, L. Brosch, Gino Tagliapietra, Alberto Zaiotti, Enrico Motta, Diego Valeri, Maria Stona, Umberto Bognolo, Ottorino L. Passarella, Juti Ravenna (per le illustrazioni), Raffaello Dante Bordignon, Nino Barbantini, Armando Michieli, Adriano Lualdi, Marziano Bernardi, Giuseppe Delogu, E. Ferdinando Palmieri, Attilio Tommasini, G.D., Angelo Scattolin, Rino Villa, Odo Samengo, Paolo Paganini, Attilio Scarpa, Carlo Coppi Da Gorzano, Mirko Artico, Cesare Meano, Amedeo Pelli, Eugenio De Lupi, Dino Jarack, Dario Ortolani, Lina Passarella Sartorelli

Profilo storico editoriale

“La «Rivista delle arti», iniziando le sue pubblicazioni, si sommette alla consuetudine della presentazione. Il nome – in questo caso il titolo – è una franca, benché simbolica, stretta di mano – veramente la stretta di mano non è più di moda, ma quante sono le cose fuori moda e non tutte «di pessimo gusto», che possono rendere ancora qualche utile servigio! (…) Non diciamo un programma – ecco una cosa fuori moda e di quelle che davvero non servono più – ma un piano o qualchecosa di simile. Ora noi, che pur abbiamo le nostre idee e, perché no?, un programma maturato nella meditazione e nei fecondi contatti – programma che per effetto della nostra grande passione per l’Arte, del grande amore che portiamo al nostro adorabile Paese ed un poco alla nostra educazione artistica anche confondendosi con le nostre più nobili aspirazioni, con le più vive nostre speranze, resta pur sempre un complesso di propositi da attuare, d’intenzioni da tradurre in realtà, di principii da applicare – siamo riluttanti a sciorinarlo intero al sole. (…) Possiamo e dobbiamo invece, ed in cambio chiediamo la fiduciosa attesa del lettore, formulare una promessa e darci una consegna. Questa: noi cercheremo con tutti i mezzi a nostra disposizione, con tutte le nostre possibilità di avvicinare al fatto artistico il pubblico che oggi è, si sente, in gran parte, estraneo ad esso, disorientato e scettico, di aiutarlo a comprendere e ad amare l’Arte come la più alta e consolevole parola della vita”, Il Direttore, Presentazione, I, n. 1 (maggio 1934), pp. 3-4.
Il periodico si interessa delle diverse discipline artistiche (pittura, musica, teatro, cinema, scultura) collegate alle manifestazioni culturali veneziane (le varie biennali); pubblica, inoltre, recensioni di libri e novelle, informando anche sulle esposizioni e sulle mostre d’arte presenti in Italia. Numerose sono le foto e le riproduzioni (eseguite dallo studio fotografico Giacomelli).

Annotazioni

Il n. 2-3 (agosto 1934) conservato alla Biblioteca Querini Stampalia manca di alcune pagine.

Reperibilità

Biblioteca Nazionale Marciana; Biblioteca Querini Stampalia; Istituto veneto Scienze, Lettere ed Arti

Collocazione

Bnm: Per. 1753
Bqs: Per. B 424
Ivsla: Per. A 9

Consistenza

Bnm: I, n. 1 (maggio 1934) – I, n. 4 (settembre 1934)
Bqs: I, n. 1 (maggio 1934) – I, n. 2-3 (agosto 1934)
Ivsla: I, n. 1 (maggio 1934) – I, n. 4 (settembre 1934)

Conservazione

Buona

Compilatore

Soggetti

Parole chiave