Estate veneziana

Vita periodico

1946

Titolo

Estate veneziana

Sottotitolo

a cura di Pietro Angelini e Enzo D’Alicandrò

Luogo di pubblicazione

Venezia

Tipografia - Casa editrice

Tipografia Emiliana

Sede

Direzione, redazione e amministrazione: campo S. Stefano 2807

Numero pagine

28

Formato

34x25

Prezzo

£. 100

Periodicità

Numero unico

Cronache locali

Si

Pubblicità

Si

Organi direttivi

Redattore responsabile: Enzo D’Alicandrò

Firme e collaboratori

Gastone Breddo, Giovanni Cavicchioli, Bruna Cinti, Berto Morucchio, Carlo Adorno, Alessandro Piovesan, Guido Aristarco, gl. p., G.C. Pradella, Francesco Pasinetti, S., Virgilio Guidi, Maurizio Garna, Glauco Pellegrini, Enzi D’Alicandro

Profilo storico editoriale

“«Estate Veneziana» in tono minore. Troppe circostanze avverse e troppe difficoltà, malgrado le intenzioni e gli sforzi di enti e di organizzatori, insormontabili, ancora non consentano, dopo la buia parentesi della guerra, di dare alle molteplici manifestazioni artistiche culturali turistiche sportive folkloristiche veneziane lo sviluppo e lo splendore che ebbero nel passato e attirarono in questa maliosa città, da ogni parte del mondo, folle innumerevoli, suscitando sempre ammirazione ed entusiasmo e destando una risonanza di cui non s’è spenta né si spegnerà l’eco. (…) La ripresa è in atto, come in ogni altro campo dell’attività anche in questa dell’arte, della cultura, del turismo, dello sport. E questo fa parte dell’opera ricostruttiva alla quale il popolo italiano, che ha in sé risorse inesauribili d’energia di volontà d’iniziativa, s’è accinto senza soffermarsi a recriminare e a rimpiangere. In questa rassegna si è voluto fare una cronistoria degli avvenimenti trascorsi e illustrare quelli in programma per i prossimi mesi. Si è voluto soprattutto dare ai lettori, forestieri o veneziani, la visione di quello che l’«Estate Veneziana» sarà negli anni venturi”, Premessa, p. 1.
Scopo del numero unico è quello di rilanciare l’economia turistica cittadina informando sulle manifestazioni programmate durante il periodo estivo; vi sono anche approfondimenti e contributi di carattere culturale (pittura, cinema), odi, poesie, racconti, note storiche delle festività (Redentore); si accenna pure alla riapertura di alcune strutture, come il Casinò, che riprendono la loro attività dopo la forzata sospensione dovuta alla guerra.

Annotazioni

In copertina è raffigurato un particolare de La tempesta di Giorgione.

Reperibilità

Biblioteca Nazionale Marciana

Collocazione

Numeri unici 221

Consistenza

Agosto 1946

Conservazione

Buona

Compilatore

Soggetti

Parole chiave