Avviso (L’)

Vita periodico

1958

Titolo

L’Avviso

Sottotitolo

Foglio d’informazione per l’arte contemporanea

Luogo di pubblicazione

Venezia-Milano

Tipografia - Casa editrice

Officine d’Arte Grafica A. Lucini, Milano [da I, n. 2 (14 giugno 1958)] Stab. Pol. G. Colombi S.p.A., Milano

Sede

Redazione: via Pantano 2, Milano; amministrazione: Alfieri editore, S. Marco 746/a [da I, n. 2 (14 giugno 1958)] Redazione: via del Fezzan 4, Milano; amministrazione: Alfieri editore, S. Marco 746/a

Numero pagine

4

Formato

60x48,5

Prezzo

£. 200, a. sei numeri £. 1.000, a. sost. £. 20.000

Periodicità

Indefinita

Pubblicità

Si

Organi direttivi

Direttore responsabile: Bruno Alfieri

Firme e collaboratori

Giuseppe Marchiori, Giulia Veronesi, Nello Ponente, Candido Volta, Bruno Alfieri, Pier Carlo Santini, Giuseppe Mazzariol, Umbro Apollonio, Enrico Crispoli

Profilo storico editoriale

“Negli ultimi tempi abbiamo assistito al progressivo deterioramento di molte iniziative a favore della diffusione dell’arte contemporanea nel Paese. Riviste scomparse, altre prese nelle spire dell’involuzione politica e morale, o della spietata polemica metodologica. Esistono (incredibile ma vero) riviste nate per iniziativa di professori d’università con il solo scopo di polemizzare con altri professori d’università. I critici competenti e onesti si battono sulle colonne di pochi rotocalchi (forse due soli), con una discrezione, in punta di piedi, per non disturbare troppo gli editori dei medesimi. I critici non competenti hanno in mano il novanta per cento della stampa considerando il numero delle testate, e il novantacinque considerando la tiratura. L’Italia patria di Modigliani, del Futurismo, di grandi scultori e pittori moderni, della Metafisica, è all’estremo gradino dell’incultura. (…) Questo foglio che oggi diamo alle stampe (e che volutamente intitoliamo con un sigillo debut de siècle – siamo ben poco più avanti! -), se porterà a ben piccoli miglioramenti, permetterà tuttavia ai pochi volenterosi di aprire una larga base di discussione e di contribuire allo scambio di informazioni precise e non tendenziose”, cfr., ***, Editoriale, I, n. 1 (31 gennaio 1958).
La rivista – sebbene sia stampata a Milano, dove si trovano anche gli organi redazionali – può considerarsi in buona parte “veneziana”, per la nutrita presenza di collaboratori legati agli ambienti culturali lagunari, incluso il direttore responsabile. Il foglio – vivace, anticonformista e con una grafica moderna – si interessa di questioni legate all’arte, agli artisti e all’architettura contemporanea, offrendo un’informazione puntuale e completa anche su mostre ed esposizioni (corredate da foto e riproduzioni). Il n. 2 (14 giugno 1958) è un fascicolo dedicato quasi interamente alla Biennale di Venezia e sulla necessità di un suo rinnovamento, cfr. B. Alfieri, Vendere la Biennale, e G. Marchiori, La Biennale è vecchia.

Annotazioni

Il periodico viene inviato gratuitamente a tutti gli abbonati italiani della rivista “Quadrum”.

Reperibilità

Biblioteca Querini Stampalia

Collocazione

Per. A 132

Consistenza

I, n. 1 (31 gennaio 1958) – I, n. 2 (14 giugno 1958)

Conservazione

Buona

Compilatore

Soggetti

Parole chiave